Andrea Cinciarini

Playmaker di 193 centimetri classe 1986, torna a vestire la maglia biancorossa dopo il triennio 2012-2015, dove con la Pallacanestro Reggiana ha conquistato l’Eurochallenge (dove è stato eletto MVP della competizione), raggiunto per tre stagioni consecutive i Playoff LBA, le Final Eight di Coppa Italia e disputato una finale scudetto.
Nelle ultime sei annate sportive il regista pesarese (che vanta 130 presenze con l’Italbasket) ha vestito la maglia dell’Olimpia Milano, della quale è stato capitano dal 2016, vincendo due scudetti, tre Coppe Italia e quattro Supercoppe Italiane, disputando per tutte le sei stagioni l’Eurolega.

Mikael Levon Hopkins

Centro classe 1993, 206 centimetri di altezza, Hopkins è uscito nel 2015 dal prestigioso ateneo di Georgetown, iniziando la sua carriera professionistica in Turchia, dove in tre stagioni ha vestito le maglie di Istanbul DSI, Samsun e Yalovaspor.
Dopo essersi trasferito in Bulgaria al Botevgrad nel 2018, vincendo il campionato nazionale, ha disputato le ultime due annate in Slovenia al Cedevita Olimpija Lubiana, conquistando un campionato ed una Supercoppa, oltre a disputare l’Eurocup.
Per lui nell’ultima stagione, in 49 partite disputate, 10.1 punti e 6.3 rimbalzi di media in 23.5 minuti di impiego.

Osvaldas Olisevicius

Olisevicius ha mosso i primi passi della sua carriera in patria, partendo dalla sua città e vestendo poi le maglie del Trakai e del BC Pieno Pasvalys. Nel 2017 la prima esperienza all’esterno, in Germania a Wurzburg, poi il ritorno in Lituania per due stagioni al Neptunas Klaipeda, dove ha vinto nel 2018 la Lega Baltica.

Nell’ultima annata sportiva Olisevicius ha giocato nuovamente in Bundesliga, questa volta al Medi Beyreuth. Per lui, in 37 partite giocate, 13.8 punti, 3.3 rimbalzi e 2 assist in 24.5 minuti di media a gara, con il 54% dal campo ed il 41% da 3 punti.

Bryant Crawford

Crawford è uscito nel 2018 dal celebre ateneo di Wake Forest, chiudendo la sua carriera collegiale nella Top 10 di sempre della sua università in assist, canestri da 3 punti realizzati e palle rubate. In Europa, ha disputato la sua prima stagione da professionista all’Hapoel Gilboa Galil in Israele, prima di giocare le ultime due annate in Lituania allo Juventus Utena. Per lui nel 2020/2021 in 37 partite disputate oltre 11 punti di media con 2.6 rimbalzi, 4.1 assist e 1.5 rubate in 24’ di utilizzo medio.

Stephen Thompson

Stevie” Thompson, così come è conosciuto da tutti, è una guardia di 194 centimetri classe 1997, nativa di Harbor City, in California. Uscito da Oregon State nel 2019, ha iniziato la sua carriera in G-League, prima con i Wisconsin Herd e successivamente vestendo la maglia degli Erie BayHawks.
Nella scorsa stagione arriva la sua prima esperienza europea, in Serie A2 italiana con la maglia della Stella Azzurra Roma, chiudendo l’annata con 21.4 punti, 5.4 rimbalzi, 2 assist e 2 rubate di media a partita con il 40% nel tiro da 3 punti.

Arturs Strautins

Per Strautins si tratta di un ritorno a Reggio Emilia: è proprio nel vivaio del club di via Martiri della Bettola che è iniziata la sua carriera, quando nel 2014 arrivò, quattordicenne, per la prima volta.
Rimasto alla Pallacanestro Reggiana fino al 2017, il nativo di Jurmala ha poi vestito le maglie di Capo d’Orlando, Orzinuovi, Trieste, Udine e, nell’ultima stagione, della Pallacanestro Varese, chiudendo il campionato di Serie A con 10.6 punti e 6.2 rimbalzi a partita in quasi 27’ di media.