La Bipop-Carire, guidata da Franco Marcelletti sfiora la promozione nella stagione 2000/2001, beffata nella 5° e decisiva gara della finale play off, quando un canestro di Barlow a due secondi dalla fine decreta la Promozione per Livorno.
Nel 2001, il rinnovamento societario:
la BIPOP partecipa al neonato campionato Legadue 2001/2002. Di nuovo, però, a Reggio c’è soprattutto l’assetto societario: il presidente è Stefano Landi, imprenditore reggiano che insieme al vicepresidente Ivan Paterlini ha deciso di investire nel basket con un progetto a lungo termine, affiancati da Maria Licia Ferrarini nelle vesti di Consigliere. Un campionato dominato dalla PALLACANESTRO REGGIANA, non è sufficiente. Ancora una volta nella quinta e decisiva gara della Finalissima, davanti ai 4000 del PalaBIgi, la Bipop deve inchinarsi agli avversari, questa volta Di Nola Napoli.
Fiba Champions Cup:
la squadra del campionato 2002/2003, che partecipa anche alla Fiba Champions Cup è ricca di talento ma l’avventura si ferma ai quarti di finale contro Jesi. La consolazione arriva il 14 giugno quando la Bipop Under 20 vince lo scudetto.
Si torna in serie A:
nel 2003/2004, al termine di una stagione a dir poco entusiasmante, frutto di una squadra di giovani e combattenti, arriva la promozione in Serie A.
La finalissima alle Final Eight di Coppa Italia:
per la prima volta nella storia della Pallacanestro Reggiana, nel 2005 la squadra arriva alla finalissima della Final Eight di Coppa Italia contro la Benetton Treviso, dopo aver eliminato Milano e Roma.
Nella stagione 2004-2005 la salvezza in Serie A è stata ottenuta con una giornata di anticipo sul termine del campionato, inoltre è stata centrata la partecipazione nella stagione 2005/2006 alla Uleb Cup.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *